Il Gruppo Porcarelli Adotta “Un Albero per il Futuro”: Crescita Verde con Progetto Natù

Ci troviamo in un momento cruciale della storia del nostro pianeta. L’ambiente naturale che abbiamo a disposizione sta affrontando sfide senza precedenti, e ogni singola scelta che facciamo ha un impatto. È per questo motivo che è così emozionante annunciare che il Gruppo Porcarelli è entrato a far parte del progetto Natù, con l’adesione al progetto “Un Albero per il Futuro”.

Il Progetto di Natù è un’iniziativa ecologica che si propone di combattere il cambiamento climatico e la deforestazione piantando nuovi alberi in tutta la nazione. Natù si dedica a creare un futuro più verde e sostenibile, e “Un Albero per il Futuro” è una delle sue iniziative chiave. L’idea è di compensare l’impronta di carbonio e promuovere la biodiversità attraverso una pratica semplice ma efficace.

La decisione di unirsi al progetto Natù, un passo naturale per l’azienda.

Il Gruppo ha sempre sottolineato l’importanza della sostenibilità e del rispetto per l’ambiente. Nel vasto e complesso universo del riciclo dei rifiuti, poche aziende stanno effettivamente guidando il cammino verso un futuro più sostenibile. Tra queste, un’organizzazione si distingue per l’impegno e la dedizione: il Gruppo Porcarelli, da sempre in prima linea nella lotta per un futuro più sostenibile.

Il Gruppo Porcarelli, con i suoi cinque impianti e una società di servizi e trasporti, si conferma un’azienda leader nel settore della gestione dei rifiuti, creando un impatto significativo con il suo approccio innovativo. Con un’enfasi sui principi di sostenibilità, il Gruppo è un esempio evidente di come l’industria della gestione dei rifiuti può andare oltre la semplice eliminazione, lavorando invece per il benessere del nostro pianeta.

Il Gruppo è nel cuore dell’economia circolare dal 1970 ed è focalizzato sul recupero dei materiali che possono ritornare ad essere materie prime. Il core business, infatti, è basato sulla convinzione che i rifiuti non siano solo un problema da risolvere, ma una risorsa da valorizzare. Questo si riflette in tutti gli aspetti del loro lavoro, dalla raccolta alla trasformazione, fino alla produzione di materie prime seconde e di CSS (Combustibile Solido Secondario). Quest’ultimo viene utilizzato in alternativa ai combustibili fossili tradizionali nei processi termici per la produzione di energia e può essere ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani e/o da quelli industriali non pericolosi, in particolare dal trattamento dei rifiuti che non possono essere recuperati ulteriormente, riducendo così il ricorso alla discarica.

Il Gruppo Porcarelli, consapevole che la sostenibilità non riguarda solo le pratiche aziendali ma coinvolge anche la comunità, si impegna alla sensibilizzazione e all’educazione dei cittadini sull’importanza della gestione sostenibile dei rifiuti. Avendo aderito al progetto Natù, si augura di garantire la sensibilizzazione di centinaia di studenti del comune di Roma.

Questi programmi contribuiscono a creare una cultura di responsabilità e consapevolezza ambientale, essenziale per il futuro del nostro pianeta.